RELAZIONI TRA LA RUSSIA E L'ITALIA

Le relazioni tra Russia e Italia vantano una storia secolare, ricca di eventi e caratterizzata dalla comunanza essenziale nel retaggio culturale e spirituale. Nel mese di giugno del 2014 si sono celebrati i 152 anni dal momento dell'instaurazione da parte dell'Impero Russo delle relazioni diplomatiche con lo Stato Unito Italiano. In seguito all'Unificazione dell'Italia, avvenuta nel 1861, e alla proclamazione dello Stato nazionale unitario (il Regno d'Italia) l'evento più importante nei rapporti trai due paesi fu il riconoscimento ufficiale da parte della Russia del nuovo stato italiano, a cui seguì, nel 1863, la firma dell'Accordo russo-italiano sul commercio che favorì, a sua volta, il rafforzamento e lo sviluppo delle relazioni politiche ed economiche. Nel 1876 le missioni dei due paesi, rispettivamente a San Pietroburgo e a Roma, furono trasformate in ambasciate. Nel 1917, dopo il cambio del potere in Russia, l'Italia riconobbe il suo Governo Provvisorio. Nel 1921 l'Italia riconobbe de facto la Repubblica Socialista Federativa Sovietica Russa (RSFSR), mentre nel 1924 avvenne il suo riconoscimento de iure (nei giorni 7-11 febbraio del 1924 ebbe luogo lo scambio delle Note sull'instaurazione dei rapporti diplomatici tra l'URSS e l'Italia).

Al giorno d'oggi l'Italia continua a rimanere per la Federazione Russa uno tra i partner più vicini in Europa, con cui è stata allacciata una proficua ed intensa cooperazione praticamente in ogni direzione. La Russia e l'Italia continuano a condurre un dialogo politico, interagendo inoltre attivamente nell'ambito delle organizzazioni e dei meccanismi internazionali.

Nel 2014 i contatti politici tra i nostri paesi sono stati condotti su una base stabile e a tutti i livelli, compreso quello massimo. Nei giorni 7-8 febbraio 2014 si è svolta la visita del Primo Ministro della Repubblica Italiana E. Letta in Russia con lo scopo di partecipare alla cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici Invernali a Sochi. Nei giorni 16-17 ottobre dello stesso anno il Presidente della Federazione Russa V.Putin si è recato in visita in Italia, durante la quale ha partecipato al Forum dell'ASEM a Milano e ha tenuto degli incontri bilaterali con il Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano e il Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana Matteo Renzi. Vertici a parte, i dirigenti dei paesi regolarmente "sincronizzano gli orologi" riguardo alle questioni basilari delle loro agende internazionali e bilaterali nella forma di conversazioni telefoniche oppure "a margine" dei vertici internazionali e regionali. L'ultimo incontro di questo tipo tra Vladimir Putin e Matteo Renzi ha avuto luogo il 15 novembre nel corso del summit del Gruppo dei venti a Brisbane (Australia).

Viene sostenuto un intensivo un dialogo di lavoro tra i capi dei dicasteri della politica estera. Nei giorni 5-6 marzo a Roma è giunto il Ministro degli Esteri russo S. Lavrov, per partecipare alla Conferenza internazionale sulla Libia, che si è incontrato singolarmente con il Ministro degli esteri italiano F. Mogherini ed è stato ricevuto dal Presidente del Consiglio dei Ministri M. Renzi. L'8 e il 9 luglio F. Mogherini si è recata a Mosca, per ricambriare la visita, dove è stata ricevuta dal Presidente della Federazione Russa V. Putin e ha condotto le trattative a pieno formato con il Capo del Ministero degli esteri russo S. Lavrov. Il 4 dicembre a Basilea, "a margine"  del Consiglio dei ministri dell'OSCE ha avuto luogo l'incontro tra S. Lavrov e il nuovo capo del Ministero per gli affari esteri italiano P. Gentiloni.

I contatti bilaterali vengono inoltre realizzati a livello intraparlamentare (interparlamentare), comunitario e interregionale. Tra gli eventi di maggiore  importanza vanno menzionati la visita in Italia del Presidente della Corte Suprema della Federazione Russa V. Lebedev (Roma, 12-15 luglio), la visita in Italia della delegazione della Camera Sociale guidata dal suo Presidente E. Velichov (11-15 febbraio), la visita del Ministro per la protezione civile, le situazioni straordinarie e la liquidazione delle conseguenze degli eventi naturali della Federazione Russa V.Pučkov, giunto per partecipare all'incontro ministeriale dell'Unione Europea dedicato alla riduzione dei rischi delle catastrofi (8 luglio, Milano), la visita del Ministro delle Finanze della Federazione Russa A. Siluanov che ha preso parte all'incontro dei ministri delle finanze organizzata nell'ambito dell'ASEM (11‑13 settembre, Milano), la visita a Mosca del Presidente della Commissione Esteri del Senato Italiano P. Casini (16-17giugno).

L'anno 2014 è stato proclamato "l'Anno incrociato" del turismo in Russia e in Italia. La delegazione russa ha partecipato in qualità di ospite principale a una tra le più importanti manifestazioni italiane, la Fiera "BIT-2014" (12-14 febbraio, Milano), mentre nei giorni 17-18 settembre a Milano è stato organizzato un forum russo-italiano sul turismo culturale.

Sono in crescita anche le relazioni interregionali. Si rafforza la cooperazione, da parte dei partner italiani, con la Repubblica Bashkortostan, il Daghestan, la Crimea e la Repubblica Cecena, le regioni di Altaj e di Stavropol', di Irkutsk, Kaluga, Pskov, Samara, Tula e Uljanovsk. Si sviluppano ulteriormente le relazioni con le città italiane gemellate con Mosca e San Pietroburgo. Un evento di particolare importanza, organizzato su larga scala, sono state "Le giornate di Mosca", presentate dalla capitale russa nei giorni 26-30 maggio a Roma e a Milano. A novembre, dal 9 all'11, i moscoviti hanno potuto godere de "Le Giornate di Milano" organizzate in scambio.