26 agosto

Il 26-27 agosto Il Ministro degli Affari Esteri della Federazione Russa Sergey Lavrov è atteso in Italia per una visita ufficiale. Comunicato stampa

Il 26-27 agosto, il Ministro degli Affari Esteri della Federazione Russa Sergey Lavrov è atteso nella Repubblica Italiana per una visita ufficiale nell'ambito della quale incontrerà il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Luigi Di Maio, e avrà un colloquio con il Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana, Mario Draghi.

Si prevede di analizzare lo stato e le prospettive delle relazioni bilaterali dal punto di vista politico, commerciale, economico, culturale e umanitario, ma anche di "sincronizzare gli orologi" su questioni di attualità dell'agenda regionale e internazionale, tra cui la cooperazione tra i due Paesi nel G20 e in altri formati internazionali, le relazioni con la UE e la NATO, la situazione in Ucraina e Afghanistan, la pacificazione in Libia e Siria, lo stato delle cose nell’area del Mediterraneo.

L'Italia è uno dei principali partner politici ed economici della Russia in Europa occidentale. Nonostante la difficile situazione sanitaria ed epidemiologica, il dialogo russo-italiano, tradizionalmente caratterizzato da un alto livello di fiducia reciproca, mantiene continuità e prosegue nel suo costante sviluppo.

Particolare attenzione è riservata alla cooperazione nel campo della sicurezza internazionale e al coordinamento degli sforzi in materia di lotta al terrorismo e alla criminalità internazionali.

La collaborazione è particolarmente stretta tra i Ministeri degli Esteri dei due Paesi. Il 1° giugno e il 27 luglio di quest'anno a Roma si sono tenute consultazioni interministeriali russo-italiane con la partecipazione dei viceministri degli esteri della Federazione Russa, Andrey Grushko e Sergey Vershinin.

La collaborazione tra imprese, il commercio, la cooperazione economica e gli investimenti sono in cima all'agenda bilaterale. Questi argomenti sono affrontati nel quadro del Consiglio russo-italiano per la cooperazione economica, industriale, monetaria e finanziaria. L'Italia è stato il primo paese europeo ad intervenire come paese partner alla fiera INNOPROM di Ekaterinburg il 5-8 luglio. Nel 2020, tra le turbolenze economiche legate alla pandemia, l’interscambio commerciale bilaterale è sceso del 19,9% a 20,2 miliardi di dollari. Nel periodo gennaio-giugno 2021, l’interscambio bilaterale è aumentato del 30% rispetto allo stesso periodo del 2020, raggiungendo i 12,2 miliardi di dollari. Le esportazioni russe sono aumentate del 31,1%, a 6,5 miliardi di dollari, mentre le importazioni russe sono cresciute del 29,8% per un ammontare di 5,6 miliardi di dollari. Si sta espandendo il partenariato tra regioni, città e agglomerati urbani.

La collaborazione tra la Russia e l'Italia nella lotta contro il COVID-19 si sviluppa positivamente. Come concordato al massimo livello nel marzo-maggio 2020, l'Italia ha ricevuto assistenza su larga scala nella lotta contro la nuova infezione pandemica da coronavirus attraverso il Ministero della Difesa, il Ministero dell'Industria e del Commercio e il Ministero della Sanità della Federazione Russa. Il memorandum d'intesa sulla cooperazione scientifica e lo scambio di materiali e conoscenze, firmato il 13 aprile di quest'anno tra il Centro Nazionale di Ricerca in epidemiologia e microbiologia “N.F. Gamaleya”, il Fondo Russo per gli Investimenti Diretti e l'Istituto Nazionale Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani”, viene regolarmente implementato.

La Russia e l'Italia sono entrambe riconosciute superpotenze culturali con una tradizione consolidata di stretta interazione. Nel quadro dell'Anno “incrociato” dei Musei di Russia e Italia che si terrà nel periodo 2021-2022, sono in fase di realizzazione alcuni grandi progetti espositivi. Il Forum di dialogo delle comunità civili si è rivelato uno strumento efficace per rafforzare la cooperazione tra le società civili dei due paesi. Prendiamo atto della risposta positiva delle autorità locali e del pubblico agli eventi organizzati in Italia in occasione del 200° anniversario della nascita di F.M. Dostoevskij.

Confidiamo che la prossima visita di Sergey Lavrov possa favorire una collaborazione poliedrica e reciprocamente vantaggiosa con uno dei paesi chiave della Unione Europea.

Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa

26.08.2021