Indietro

A Caldiero (VR) è stato inaugurato il monumento al partigiano sovietico Vladimir Tulisco ("Villy")

Il 20 ottobre a Caldiero (VR) è stato inaugurato il monumento al partigiano sovietico Vladimir Tulisco («Villy») che nel 1943-1945 combatteva nelle file della Resistenza italiana (21-ma Brigata Garibaldi Pasubiana) e cadde il 25.04.1945 in uno scontro con un gruppo di tedeschi che si ritirava dall’Italia.

Nel suo discorso l’Ambasciatore russo Sergey Razov ha ricordato che più di 5000 cittadini sovietici parteciparono alla Resistenza in Italia, 800 di loro furono uccisi e riposano nella terra italiana. L’Amb. Razov ha espresso la sua gratitudine ai cittadini comuni ed alle autorità italiane per il loro aiuto nel salvaguardare la memoria e nel prendersi cura dei luoghi di sepoltura dei partigiani sovietici sparsi in tutta Italia.

La Sig.ra Maria Bertilla Marin è stata l’ospite d’onore alla cerimonia. Nel 1945 lei  fu testimone della sepoltura di Vladimir Tulisco e per molti anni portava dei fiori sulla sua tomba.

Alla cerimonia hanno partecipato anche l’Ambasciatore italiano a Mosca Pasquale Terracciano, il Sindaco di Caldiero Marcello Lovato, il Presidente dell’Associazione “Conoscere Eurasia” Antonio Fallico, i rappresentanti dell’ANPI e gli abitanti di Caldiero.